Nuova pagina 1
Nuova pagina 1


Oggi, martedì 21 gennaio 2020

home
chi siamo
staff
lavora con noi
consulenza e servizi
richiedi informazioni
richiedi preventivo
faq
links utili
dove siamo
flash news
scadenziario
area riservata clienti
portale aziende
portale lavoratori dipendenti
criteri di ricerca
testo facoltativo
 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29 
 30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59 
 60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79 

11/02/2013

INPS: telematizzazione della domanda delle aziende per l’intervento diretto di pagamento ai lavoratori del TFR dal Fondo di Tesoreria

Attraverso la Circolare n. 21 del 7 Febbraio 2013 l’INPS fornisce le istruzioni per la trasmissione, in modalità telematica, della domanda per l’ erogazione diretta del TFR a carico del Fondo di Tesoreria a favore dei lavoratori interessati, con l’unificazione dei dati riportati nei modelli cartacei FTES01 e FTES02. La trasmissione della dichiarazione di incapienza da parte dell’azienda dovrà essere effettuata attraverso uno dei seguenti canali:
  • accedendo al sito internet www.INPS.it alla sezione “Servizi on line – Per tipologia di utente” “Aziende, consulenti e professionisti – Domanda Fondo Tesoreria”;
  • inviando un file telematico XLM.

11/02/2013

INAIL: nuova denuncia/comunicazione di infortunio in via telematica. Adozione del nuovo modulo unificato.

Attraverso la nota 22/01/2013, prot. 725, l’INAIL rende noto che è disponibile online la nuova versione della procedura per l'invio telematico della denuncia/comunicazione di infortunio e il nuovo modello 4 bis Prest., che sostituisce i precedenti modelli. L’Istituto sottolinea che a decorrere dal 1° luglio 2013, la presentazione di istanze, dichiarazioni, dati e lo scambio di informazioni e documenti, anche a fini statistici, tra le imprese e le amministrazioni pubbliche avverrà esclusivamente in via telematica. Dal 1° luglio 2013 l'invio telematico sarà obbligatorio anche per le pubbliche amministrazioni, per gli imprenditori agricoli e per i privati cittadini (in qualità di datori di lavoro di collaboratori domestici, badanti o lavoratori che effettuano prestazioni occasionali di tipo accessorio).
 

08/02/2013

INPS: contributi dovuti dagli artigiani e dagli esercenti attività commerciali iscritti in corso d’anno

Attraverso il Messaggio n. 2455 del 07/02/2013 l’INPS comunica che è stata ultimata la spedizione dei prospetti relativi ai modd. F24 con scadenza 18 febbraio 2013, relativi alla quarta emissione 2012, predisposti per il versamento dei contributi dovuti per il 2012 ed anni precedenti dagli artigiani e dagli esercenti attività commerciali iscritti in corso d’anno. L’ Istituto ricorda, inoltre, che entro il 18 Febbraio dovranno essere versati i contributi relativi: 
  • al quarto trimestre 2012 in riferimento al minimale di reddito;
  • alla prima rata dei contributi relativi al minimale di reddito per periodi pregressi qualora dovuti
     

08/02/2013

Esclusa l’indennità di licenziamento per i lavoratori domestici.

Nonostante si attenda ancora una comunicazione ufficiale dal Ministero del Lavoro, è ormai certo che i datori di lavoro domestico sono esonerati dal pagamento del “contributo di licenziamento” previsto dalla Legge n. 92/2012. A tal proposito si ricorda che la norma menzionata prevede che un datore di lavoro che licenzi un lavoratore assunto a tempo indeterminato debba versare all’Inps una somma pari al 41% del massimale mensile dell’ASpI per ogni dodici mesi di anzianità aziendale negli ultimi tre anni.
 

07/02/2013

Linee guida in materia di tirocini.

Il 24 Gennaio 2013 La Conferenza Permanente per i Rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano ha sancito l’Accordo relativo alle "Linee guida in materia di tirocini". E’ stato convenuto che le regioni e  le province autonome, nell'esercizio delle proprie competenze legislative e nella organizzazione dei relativi servizi, debbano recepire nelle proprie normative quanto previsto nelle Linee guida entro sei mesi dalla data dell’accordo di cui sopra.
 

07/02/2013

Lavoro intermittente: chiarimenti

Il Ministero del Lavoro, attraverso l’interpello n. 7 del 5 Febbraio 2013, ha risposto ad un quesito relativo al possibile utilizzo del contratto di lavoro intermittente in relazione alle attività di operatori addetti agli spettacoli teatrali, cinematografici e televisivi, nonché fotografi e intervistatori occupati in imprese dello spettacolo, anche per fini didattici. In particolare, si chiedeva quale fosse la giusta interpretazione dell’espressione “anche per fini didattici” contenuta nella disposizione normativa. Il Ministero ha evidenziato che l’espressione “anche per fini didattici” costituisce un elemento chiarificatore meramente aggiuntivo, ciò vuol dire che il ricorso al contratto di lavoro intermittente, in relazione a tutte le figure di cui sopra, è ammesso anche in assenza di tali fini didattici.
 

06/02/2013

Divieto di licenziamento e dimissioni volontarie: chiarimenti

Il Ministero del Lavoro, rispondendo ad un interpello in data 05/02/2013, chiarisce un aspetto relativo alla disciplina delle dimissioni volontarie presentate dalla lavoratrice madre nel periodo in cui vige il divieto di licenziamento. Più precisamente, si evidenzia che la lavoratrice madre/lavoratore padre ha diritto alla percezione delle indennità previste solo qualora abbia presentato la richiesta di dimissioni o sia stata licenziata/o entro il compimento di un anno di età del bambino.
 

06/02/2013

Apprendistato: chiarimenti ministeriali

Attraverso l’interpello n. 4 del 5/02/2013 il Ministero del Lavoro si esprime in merito alla possibilità di sottoscrivere un contratto di apprendistato professionalizzante o di mestiere nei casi in cui un’azienda non applichi un CCNL, ma un contratto individuale plurimo e, nel settore di attività della stessa, manchi una regolamentazione della materia. In una simile situazione, il Ministero ritiene che il datore di lavoro possa far riferimento ad una regolamentazione contrattuale di settore affine per individuare sia  i profili normativi che economici dell’istituto.
 

05/02/2013

Legittimità del licenziamento e alternative applicabili dopo la riforma dell’art. 18 dello Statuto dei Lavoratori

Il 22 gennaio 2013 il Tribunale di Milano ha emesso un’ordinanza tenendo conto delle modifiche che hanno interessato l’art.18 dello Statuto dei Lavoratori in seguito all’entrata in vigore della legge n. 92/2012. Più precisamente, con riferimento ad un licenziamento per giusta causa viziato da un punto di vista sia formale che procedurale, i Giudici hanno stabilito unicamente il risarcimento al lavoratore di un’indennità compresa tra 6 e 12 mensilità.
 

05/02/2013

Ministero del Lavoro: individuazione parametri oggettivi per l’autorizzazione della CIGS

Attraverso il Decreto Ministeriale 4 dicembre 2012, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 28 del 02 Febbraio 2013, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha individuato i parametri oggettivi per l’autorizzazione della CIGS ai fini della valutazione delle istanze presentate dal curatore fallimentare, dal commissario liquidatore e dal commissario straordinario. Più precisamente,  nei casi di dichiarazione di fallimento, di emanazione del provvedimento di liquidazione coatta amministrativa, ovvero di sottoposizione all'amministrazione straordinaria, per quanto attiene alla sussistenza di prospettive di continuazione o di ripresa dell'attività, si tiene conto dei seguenti parametri oggettivi, da indicare, anche in via alternativa, nell'istanza di concessione del trattamento straordinario di integrazione salariale:
a) misure volte all'attivazione di azioni miranti alla prosecuzione dell'attività' aziendale o alla ripresa dell'attività medesima, adottate o da adottarsi da parte del responsabile della procedura concorsuale;
b) manifestazioni di interesse da parte di terzi, anche conseguenti a proposte di cessione, anche parziale dell'azienda,ovvero a proposte di affitto a terzi dell'azienda o di rami di essa;
c) tavoli, in sede governativa o regionale, finalizzati all'individuazione di soluzioni operative tese alla continuazione o alla ripresa dell'attività, anche mediante la cessione, totale o parziale, ovvero l'affitto a terzi dell'azienda o di rami di essa.
d) piani volti al distacco dei lavoratori presso imprese terze;
e) stipula di contratti a tempo determinato con datori di lavoroterzi;
f) piani di ricollocazione dei soggetti interessati, programmi di riqualificazione delle competenze, di formazione o di politiche attive in favore dei lavoratori, predisposti da soggetti pubblici.
 

 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29 
 30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59 
 60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79 

Torna Su

Privacy  |  Note Legali

Studio Soprano & Associati - Consulenti del Lavoro
Corso Umberto I°, n. 22 - 80138 Napoli
p.iva 05696321214 - copyright © 2012
web design & development creativeimage.it