Nuova pagina 1
Nuova pagina 1


Oggi, mercoledì 20 novembre 2019

home
chi siamo
staff
lavora con noi
consulenza e servizi
richiedi informazioni
richiedi preventivo
faq
links utili
dove siamo
flash news
scadenziario
area riservata clienti
portale aziende
portale lavoratori dipendenti
criteri di ricerca
testo facoltativo
 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29 
 30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59 
 60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79 

11/03/2013

Benefici contributivi in caso di assunzione di un ex dipendente

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, rispondendo all’interpello n. 9 del 8 marzo 2013, ha chiarito alcuni punti in merito alla disciplina delle agevolazioni contributive concesse, in presenza di determinati requisiti, al datore di lavoro che effettui nuove assunzioni. Nello specifico, l’istante chiedeva se la disposizione normativa in questione potesse trovare applicazione nel caso in cui la nuova assunzione riguardasse ex dipendenti della medesima impresa, in possesso del requisito dello stato di disoccupazione, licenziati per diminuzione di personale ovvero che abbiano esercitato il diritto di recesso da un rapporto di lavoro part-time. Il Ministero ha precisato che, nel caso in esame, l’agevolazione contributiva deve essere riconosciuta per intero e non va contratta cumulando i periodi agevolati precedenti.
 

11/03/2013

Telecamere nei luoghi di lavoro

Con la Newsletter n. 370 del 1 marzo 2013 il Garante della Privacy ha fornito una serie di precisazioni in merito all’utilizzo delle telecamere all'interno dei luoghi di lavoro. Il Garante ha chiarito che il servizio di televigilanza, con scopo di anti-taccheggio e anti-rapina, non deve consentire forme di controllo a distanza dei lavoratori. Gli esercenti devono segnalare adeguatamente la presenza di telecamere e affidare la gestione del servizio a guardie giurate.
 

25/02/2013

Corte di Cassazione: mancata emissione di scontrini da parte del dipendente e licenziamento

Attraverso la sentenza n. 2510 del 04/02/2013 la Corte di Cassazione ha dichiarato illegittimo il licenziamento di un dipendente addetto alla cassa, il quale non aveva emesso diversi scontrini fiscali. Il lavoratore, in particolare, pur non avendo emesso gli scontrini, non si era indebitamente appropriato delle relative somme. Per questo motivo, non essendovi stata un’indebita appropriazione, gli Ermellini non hanno ritenuto che si configurasse un’ irrimediabile lesione del vincolo fiduciario, che avrebbe giustificato il licenziamento.
 

25/02/2013

Rivalutazione degli assegni di maternità e per il nucleo familiare numeroso - anno 2013

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 43 del 20 febbraio 2013 il Dipartimento per le Politiche della Famiglia ha pubblicato la rivalutazione, per l'anno 2013, della misura degli assegni e dei requisiti economici, ai sensi dell'articolo 65, comma 4, della legge 23 dicembre 1998, n. 448 (assegno per il nucleo familiare numeroso) e dell'articolo 74 del decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151 (assegno di maternità).
 

22/02/2013

Corte di Cassazione: breve assenza ingiustificata dal posto di lavoro

Attraverso la sentenza n. 3179 del 11 febbraio 2013 la Corte di Cassazione ha ritenuto illegittimo il licenziamento di un dipendente che si era allontanato per un breve lasso di tempo, senza una giustificazione, dal luogo di lavoro. Gli Ermellini hanno sottolineato che la condotta del lavoratore non integrava un inadempimento di gravità tale da giustificare il licenziamento, data l’oggettiva entità della durata della mancata prestazione lavorativa e della connessa assenza ingiustificata dal posto di lavoro.
 

22/02/2013

Ministero del Lavoro: co.co.pro nelle ONG/ONLUS e nelle organizzazioni socio assistenziali

Con la Circolare n. 7 del 20 febbraio 2013 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha fornito alcuni chiarimenti in merito alla utilizzabilità del contratto di collaborazione coordinata e continuativa a progetto (co.co.pro.) in particolari ambiti, tra cui quello delle ONG/ONLUS e quello delle organizzazioni socio assistenziali. Più precisamente, la sussistenza di una genuina co.co.pro. è condizionata, nei settori in esame, alla presenza dei seguenti elementi:
  • assoluta determinatezza dell’oggetto dell’attività, inteso anche come parte integrante del più generale obiettivo perseguito dall’organizzazione;
  • circoscritta individuazione dell’arco temporale per l’espletamento dell’attività progettuale in funzione dello specifico risultato finale;
  • apprezzabili margini di autonomia anche di tipo operativo da parte del collaboratore, obiettivamente riconoscibili nelle modalità di svolgimento della prestazione stessa ossia per lo svolgimento di compiti non meramente esecutivi;
  • possibilità di obiettiva verifica circa il raggiungimento dei risultati attesi

20/02/2013

INAIL: obbligo assicurativo e retribuzione imponibile per i co.co.pro.

Attraverso la Circolare n. 13 del 19 febbraio 2013 l’INAIL, con riferimento al contratto di collaborazione coordinata e continuativa a progetto, impartisce le istruzioni in merito al mutato quadro normativo e al regime vigente in tema di obbligo assicurativo e retribuzione imponibile ai fini della determinazione del premio assicurativo. L’Istituto precisa che l’obbligo assicurativo del personale occupato con contratto di collaborazione coordinata e continuativa a progetto continua a essere assolto secondo le condizioni previste per i lavoratori parasubordinati, in presenza dei requisiti oggettivi e soggettivi per l'applicazione dell'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro, tenuto conto delle innovazioni apportate dalla Riforma del lavoro ai requisiti del progetto . Per quanto riguarda il calcolo del premio assicurativo, si confermano le istruzioni in vigore per i lavoratori parasubordinati , pertanto, il premio assicurativo dovuto - ripartito nella misura di un terzo a carico del lavoratore e di due terzi a carico del committente - è calcolato in base al tasso applicabile all’attività svolta, sull’ammontare delle somme effettivamente erogate al collaboratore, nel rispetto dei limiti minimo e massimo previsti per il pagamento delle rendite erogate dall’Inail.
 

20/02/2013

Ministero del Lavoro: ulteriori chiarimenti sull’utilizzo dei voucher

Con la nota n. 3439 del 18 febbraio 2013 Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha fornito una serie di chiarimenti in merito all'utilizzo dei voucher nei rapporti di lavoro occasionale accessorio. Tra le altre cose, il Ministero ha inteso limitare la disposizione che obbligava l'utilizzo del voucher nei 30 giorni decorrenti dal loro acquisto, al momento in cui verrà implementata la procedura telematica prevista per il rilascio dei voucher da parte dell'Inps. Nelle more della procedura informatizzata non viene previsto un limite temporale all'utilizzo dei voucher acquistati.
 

19/02/2013

INPS: ammortizzatori sociali in deroga

Attraverso il messaggio n.2925 del 15/02/2013 l’INPS, su indicazione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, relativamente alla chiusura della gestione degli ammortizzatori sociali in deroga del quadriennio 2009 – 2012, fornisce le istruzioni operative riguardanti il pagamento delle indennità di integrazione salariale e di mobilità in deroga per periodi di competenza 2012.
 

19/02/2013

Riduzione contributiva nel settore dell’edilizia per l’anno 2012

Attraverso la circolare n. 28 del 18/02/2013 l’INPS fornisce indicazioni sulla riduzione contributiva nel settore dell’edilizia per l’anno 2012.L’ Istituto ricorda che il decreto del Ministero del lavoro e delle PoliticheSociali 30 ottobre 2012,  pubblicato nella  Gazzetta Ufficiale n. 2 del 3 gennaio 2013, ha confermato per l’anno 2012, nella misura dell’11,50 per cento, la riduzione contributiva a favore delle imprese edili. Inoltre, l’INPS rammenta che dal 2012 sono state introdotte nuove modalità di presentazione della comunicazione finalizzata all’applicazione dello sgravio e nuove modalità di codifica dei datori di lavoro aventi diritto al beneficio.
 

 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29 
 30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59 
 60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79 

Torna Su

Privacy  |  Note Legali

Studio Soprano & Associati - Consulenti del Lavoro
Corso Umberto I°, n. 22 - 80138 Napoli
p.iva 05696321214 - copyright © 2012
web design & development creativeimage.it