Nuova pagina 1
Nuova pagina 1


Oggi, sabato 7 dicembre 2019

home
chi siamo
staff
lavora con noi
consulenza e servizi
richiedi informazioni
richiedi preventivo
faq
links utili
dove siamo
flash news
scadenziario
area riservata clienti
portale aziende
portale lavoratori dipendenti
criteri di ricerca
testo facoltativo
 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29 
 30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59 
 60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79 

14/01/2016

Legge di Stabilità 2016: rientro lavoratori in Italia

La nuova Legge di Stabilità 2016 proroga al 2017 i benefici fiscali previsti per i lavoratori che rientrano in Italia entro il 31 dicembre 2015 (benefici inizialmente previsti per i rientranti al 6 ottobre 2016 dalla Legge n. 238/2010). I benefici riguardano la detassazione dell’IRPEf del 70% e 80% a seconda del sesse sottostando però ai seguenti vincoli:
-      I lavoratori non devono essere stati in Italia per i precedenti cinque periodi d’imposta e s’impegnano a permanere i due anni successivi (pena la decadenza al diritto del beneficio);
-      L’attività lavorativa deve essere svolta presso un’azienda che ha residenza nel territorio italiano;
-      L’attività lavorativa deve essere prestata prevalentemente nel territorio italiano;
I lavoratori devono rivestire ruoli direttivi ovvero essere in possesso di requisiti di elevata qualificazione o spcializzazione.
 

14/01/2016

Legge di Stabilità 2016: collaboratori, proroga della DIS-COLL

La nuova Legge di Stabilità 2016 proroga per l’anno 2016 l’indennità DIS-COLL erogata ai lavoratori con contratto di Collaborazione Coordinata e Continuativa, anche a progetto, che hanno perso involontariamente la propria occupazione nel periodo 1 gennaio – 31 dicembre 2016. L’indennità verrà erogata (nei limiti dei 54 milioni di euro stanziati per il 2016) mensilmente, per un numero di mesi pari alla metà dei mesi di contribuzione accreditati nel periodo che va dal 1 gennaio dell’anno solare precedente alla cessazione e non può superare il 75% della retribuzione mensile media.
Si specifica che i periodi di contribuzione già computati per l’erogazione della DIS-COLL non potranno essere riutilizzati.
 

14/01/2016

Legge di Stabilità 2016: innalzamento tetto massimo contante da 1.000 a 3.000 euro

Con la nuova Legge di Stabilità 2016 viene innalzato il limite a 3.000 euro oltre il quale non è possibile effettuare transazioni in contanti. Scende invece il limite da 30 a 5 euro per i pagamenti tramite carte di credito, di debito e prepagate.
 

14/01/2016

Cassazione: tempistiche relative per contestazione disciplinare

La Sezione Lavoro della Corte di Cassazione, attraverso la sentenza n. 281 del 12 gennaio 2016, ha affermato il principio secondo il quale il concetto di immediatezza della contestazione disciplinare va inteso in senso relativo e non assoluto. Viene specificato infatti che il datore di lavoro, soprattutto in presenza di un’organizzazione aziendale complessa, deve avere il tempo necessario per ottenere una completa conoscenza dei fatti oggetti di addebito e della loro riconducibilità al lavoratore oggetto del provvedimento stesso.
 

14/01/2016

Legge di Stabilità 2016: confermato esonero contributivo ma in misura ridotta

La nuova Legge di Stabilità 2016 ha prorogato gli sgravi contributivi già fissati per l’anno 2015 apportandone però riduzioni nella durata e nella misura. Per tutti i datori di lavoro che effettueranno nuove assunzioni dal 1 Gennaio al 31 Dicembre 2016 sarà possibile usufruire di uno sgravio biennale (in luogo di quello triennale applicato per l’anno 2015) ed in misura massima del 40% dei contributi dovuti entro e non oltre la soglia dei 3.250 euro annua e quella mensile pari 270,83. Restano comunque esclusi dall’esonero i contributi dovuti a:
-       INAIL;
-       Fondo per l’erogazione ai lavoratori dipendenti  del settore privato dei trattamenti di fine rapporto;
-       Fondi di solidarietà.
L’esonero non spetta in caso di assunzioni di lavoratori con i quali risulta già esserci un contratto di lavoro a tempo indeterminato nei tre mesi antecedenti all’entrata in vigore della legge in capo allo stesso datore di lavoro. Inoltre non sarà possibile fruire dell’esonero se:
-       Il lavoratore è stato assunto a tempo indeterminato nei 6 mesi precedenti;
-       Il lavoratore non deve essere stato già assunto con il medesimo beneficio contributivo;
Infine per poter accedere a qualsiasi beneficio contributivo è necessario essere in possesso di una certificazione che attesti la regolarità contributiva dell’azienda (DURC).

03/12/2015

Cassazione: indennità di turno e riposo compensativo

La Sezione Lavoro della Corte di Cassazione, attraverso la sentenza n. 24439 del 1 dicembre 2015, ha affermato che per i lavoratori cui spetta l’indennità di turno, quando si è in presenza di riposo compensativo, essa và comunque riconosciuta. I giudici della Suprema Corte infatti specificano che l’indennità di turno serve a compensare “la particolare penosità del lavoro”.
 

03/12/2015

Garante Privacy: account e-mail aziendale di un lavoratore cessato

Il Garante della Privacy, attraverso il provvedimento n. 456 del 30 luglio 2015, ha affermato che l’account e-mail aziendale, relativa ad un lavoratore cessato, deve essere disattivato. Nello specifico esso non può essere manipolato, ovvero mantenuto attivo, affinché reindirizzi ad altro account, ma per la sicurezza dei dati personali del lavoratore cessato esso deve essere chiuso.
 

25/11/2015

Cassazione: licenziamento e prove documentali mediante video sorveglianza

La quinta sezione penale della Corte di Cassazione, attraverso la sentenza n. 39206 del 28 settembre 2015, ha affermato che le prove documentali, provenienti dalle riprese delle telecamere di video sorveglianza installate per esercitare un controllo a beneficio del patrimonio aziendale, sono utilizzabili nell’ambito di un procedimento penale nei confronti del dipendente. Nello specifico detto dipendente risulta accusato di furto aggravato ai danni del titolare.
 

13/11/2015

Cassazione: e-mail aziendale ed utilizzo inadeguato

La Sezione Lavoro della Corte di Cassazione, attraverso la sentenza n. 22353 del 2 novembre 2015, ha affermato che l’utilizzo inadeguato della e-mail aziendale, considerate le specifiche informative e gli avvisi rilasciati dal datore di lavoro al fine di prevenire gli abusi, non può essere sufficiente a delineare un licenziamento per giusta causa qualora sia prevista dal codice disciplinare o dal CCNL una sanzione conservativa per tale infrazione.
 

10/11/2015

Legge di Stabilità 2016: esonero contributivo

Il disegno di Legge di Stabilità 2016, presentato dal Governo al Parlamento, tratta anche la proroga per il 2016 dell’esonero contributivo in caso di assunzioni a tempo indeterminato. Vi sono alcune differenze rispetto all’esonero applicato nel corso dell’anno 2015. Nello specifico le assunzioni a tempo indeterminato che partiranno nel periodo dal 01/01/2016 al 31/12/2016 potranno beneficiare di una decontribuzione di durata pari a 24 mesi (in luogo dei precedenti 36) e per il 40% dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro (in luogo del 100% applicato in precedenza), e comunque per un massimo di 3.250 euro annui, ovvero 6.500 per il biennio.
 

 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29 
 30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59 
 60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79 

Torna Su

Privacy  |  Note Legali

Studio Soprano & Associati - Consulenti del Lavoro
Corso Umberto I°, n. 22 - 80138 Napoli
p.iva 05696321214 - copyright © 2012
web design & development creativeimage.it