Nuova pagina 1
Nuova pagina 1


Oggi, mercoledì 20 novembre 2019

home
chi siamo
staff
lavora con noi
consulenza e servizi
richiedi informazioni
richiedi preventivo
faq
links utili
dove siamo
flash news
scadenziario
area riservata clienti
portale aziende
portale lavoratori dipendenti
criteri di ricerca
testo facoltativo
 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29 
 30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59 
 60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79 

13/09/2013

Semplificazioni in materia di DURC

L'art. 31 del DL 69/2013 introduce alcune modiche in materia di DURC, emendando la normativa precedente. Tra le novità di rilievo si sottolinea l’estensione a tutte le tipologie di DURC della possibilità, prima prevista per i soli DURC rilasciati per benefici normativi e contributivi, di rilascio “in presenza di una certificazione (…) che attesti la sussistenza e l’importo dei crediti certi, liquidi ed esigibili vantati nei confronti delle pubbliche amministrazioni di importo almeno pari agli oneri contributivi accertati e non ancora versati da parte di un medesimo soggetto”.
 

09/09/2013

Licenziamento in caso di condanna per spaccio di stupefacenti

Attraverso la sentenza n. 20158 del 3 settembre 2013 i giudici della Suprema Corte hanno dichiarato legittimo il licenziamento di un dipendente condannato per spaccio di stupefacenti, in seguito ad arresto avvenuto al di fuori dell’azienda. Gli ermellini hanno sottolineato che, nonostante la condotta ascritta al lavoratore non fosse presente tra quelle legittimanti il licenziamento per giusta causa, il comportamento è talmente grave da comportare una rottura insanabile del vincolo fiduciario tra le parti.
 

09/09/2013

Convalida delle dimissioni: novità

Il Decreto Legge 76/2013 ha sancito l’estensione ai rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, nonché all’associazione in partecipazione con apporto di lavoro, dell’istituto della convalida delle dimissioni. Il Ministero del Lavoro, con la circolare n. 35 del 29/08/2013, ha inoltre precisato che sono escluse dall’obbligo di convalida le prestazioni occasionali; le collaborazioni rese nell’ambito di professioni intellettuali per l'esercizio delle quali e' necessaria l'iscrizione in appositi albi professionali; i rapporti e le attività di collaborazione coordinata e continuativa comunque rese e utilizzate a fini istituzionali in favore delle associazioni e società sportive dilettantistiche affiliate alle federazioni sportive nazionali, alle discipline sportive associate e agli enti di promozione sportiva riconosciute dal C.O.N.I.; le prestazioni rese dai componenti degli organi di amministrazione e controllo delle società e dai partecipanti a collegi e commissioni; le collaborazioni prestate da percettori di pensione di vecchiaia.
 

30/08/2013

Decreto Lavoro: chiarimenti ministeriali

Attraverso la Circolare n. 35 del 29 Agosto 2013 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali fornisce una serie di indicazioni operative in riferimento al D.L. 76/2013, convertito dalla Legge n. 99/2013. La Circolare in oggetto si sofferma, in particolare, sulle modifiche introdotte dal succitato Decreto relativamente ad alcune tipologie contrattuali (apprendistato, lavoro a tempo determinato, lavoro intermittente ecc.). In materia di tirocini, inoltre, il Ministero precisa e’ una facolta’ e non un obbligo per i datori di lavoro pubblici e privati con sedi in più regioni fare riferimento alla sola normativa della Regione dove è ubicata la sede legale. Pertanto, è sempre possibile osservare, in relazione al luogo di svolgimento del tirocinio, la specifica disciplina regionale.
 

30/08/2013

Aspi e mini Aspi: novità dal Decreto Lavoro

In base a quanto previsto dal D.L. 76/2013 l’Aspi e la miniAspi possono nuovamente essere cumulabili con eventuali redditi di lavoro autonomo e/o parasubordinato (co.co.co., co.co.pro, ...). In caso di lavoro autonomo il limite da considerare è un reddito annuo pari a 4.800 euro; in caso di lavoro parasubordinato, invece, il limite è 8 mila euro annui. Si ricorda che l’incasso dei suddetti importi consente  di conservare lo stato di disoccupazione, che è la condizione reddituale a cui è vincolato il diritto alla nuova indennità di disoccupazione introdotta dalla riforma Fornero.
 

29/08/2013

Possibilità di fruire del congedo parentale ad ore

Attraverso l’interpello n. 25/2013 il Ministero del Lavoro ha riconosciuto la frazionabilità ad ore del congedo parentale. Più precisamente, la legge di stabilità per il 2013 ha delegato alla contrattazione collettiva il compito di fissare le modalità ed i criteri per tale fruizione, tuttavia l’accordo sindacale volto a disciplinare la materia non dovrà essere necessariamente nazionale (il CCNL) ma sarà sufficiente un accordo territoriale o aziendale.
 

29/08/2013

Semplificazioni in materia di formazione

L’art. 35 della Legge n. 98/2013 che, si ricorda essere di conversione del Decreto Legge n. 69/2013, sancisce una serie di semplificazioni relative alla documentazione in materia di obblighi di informazione e formazione a carico del datore di lavoro, nelle ipotesi in cui il lavoratore permanga in azienda per un periodo che non sia superiore alle 50 giornate di lavoro nell’anno solare. Tali semplificazioni verranno definite con decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministro della Salute. Analogamente, con decreto interministeriale, verranno definite misure di semplificazione degli adempimenti relativi all’informazione, formazione, valutazione dei rischi e sorveglianza sanitaria per le imprese agricole, con particolare riferimento a lavoratori a tempo determinato e stagionali, e per le imprese di piccole dimensioni.
 

28/08/2013

Trasmissione dei DURC esclusivamente tramite PEC

Con il Messaggio n. 13414 del 23/08/2013 l’INPS ricorda che  a decorrere dal 2 settembre 2013 l'inoltro della richiesta di DURC sarà consentito solo se il sistema dello Sportello Unico Previdenziale rileva l’avvenuta registrazione, nell’apposito campo, dell'indirizzo PEC della stazione appaltante/amministrazione procedente, delle SOA e delle imprese. Dalla stessa data, sia per le Pubbliche Amministrazioni che per le imprese, i DURC saranno recapitati dall'Inail, dalle Casse Edili e dall’Inps, esclusivamente tramite PEC, agli indirizzi indicati dagli utenti nel modulo telematico di richiesta.
 

28/08/2013

Obblighi a carico della lavoratrice in maternità: novità

La Legge di conversione del Decreto Legge n. 69/2013 (Legge n. 98/2013) ha previsto un’ importante semplificazione in riferimento agli obblighi a carico della lavoratrice in stato di gravidanza. Dal momento in cui la norma sarà pienamente operativa, ovvero in seguito all’ entrata in vigore di un decreto interministeriale che stabilirà le modalità di comunicazione, il medico del Servizio sanitario nazionale o quello convenzionato saranno obbligati a trasmettere direttamente all’INPS il certificato di gravidanza con la data presunta del parto, la certificazione della nascita del bambino e l'eventuale interruzione della gravidanza. Gli obblighi previsti attualmente a carico della lavoratrice resteranno invariati fino a quando il nuovo sistema non diverrà operativo.
 

01/08/2013

Agevolazioni per le assunzioni di lavoratori socialmente svantaggiati: chiarimenti ministeriali

Attraverso la circolare n. 34 del 25/07/2013 il Ministero del Lavoro chiarisce il campo di applicazione delle agevolazioni contributive e assicurative previste dalla Legge 92/2012 (Riforma Fornero) a favore dei datori di lavoro che, a decorrere dal 1° gennaio 2013, abbiano assunto determinate categorie di lavoratori socialmente svantaggiati. I benefici in oggetto consistono nella riduzione del 50% dei contributi previdenziali dovuti all’Inps dai datori di lavoro, in relazione ad assunzioni, con contratto di lavoro subordinato, delle previste categorie. La durata di tali agevolazioni varia a seconda della tipologia di contratto di lavoro: nel caso di assunzione con rapporto a tempo determinato, il beneficio spetta per 12 mesi; qualora il rapporto di lavoro, originariamente stipulato a tempo determinato, venga trasformato a tempo indeterminato, la riduzione al 50% della contribuzione previdenziale viene prorogata sino al diciottesimo mese dalla data dell’iniziale assunzione; qualora infine l’assunzione sia a tempo indeterminato, la durata del beneficio contributivo è pari a 18 mesi dalla data dell’assunzione. Le categorie di lavoratori cui si riferisce la norma sono le seguenti: uomini o donne con almeno 50 anni di età e disoccupati da oltre 12 mesi; donne di qualsiasi età residenti in aree svantaggiate e prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi; donne di qualsiasi età con una professione o di un settore economico caratterizzati da un’accentuata disparità occupazionale di genere e prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi;donne di qualsiasi età, ovunque residenti e prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno 24 mesi.
 

 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29 
 30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59 
 60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79 

Torna Su

Privacy  |  Note Legali

Studio Soprano & Associati - Consulenti del Lavoro
Corso Umberto I°, n. 22 - 80138 Napoli
p.iva 05696321214 - copyright © 2012
web design & development creativeimage.it